storia

 

Storia di Eboli

 

Il territorio fu abitato da popolazioni organizzate fin dal Neolitico. Dal IX secolo arrivarono popolazioni provenienti dall’Etruria meridionale, portatrici della civiltà e cultura villanoviana, su cui poi s’innestarono gli Etruschi, che scelsero Eboli per il suo naturale ruolo di collegamento tra l’economia della Piana del Sele e quella delle zone collinari. Devastata da Alarico (410) prima e dai Saraceni dopo, riprese vigore con l’egemonia longobarda, divenendo il fulcro del sistema difensivo del principato di Salerno. Con Federico II Eboli divenne un centro politico religioso di grande importanza, ruolo rafforzato dagli Angioini. Il segretario di Filippo II di Spagna fu nominato Principe di Eboli.

Città – simbolo delle rivolte ai soprusi come testimonia l’episodio dell’Arco dei Tredici, ossia l’uccisione di tredici nobili rapaci nel 1647 e le lotte per l’occupazione delle terre negli scorsi anni Quaranta e Cinquanta dopo la bonifica della Piana del Sele.

 

 

Testi: Stefania Maffeo

Informazioni Meteo su Eboli

Powered by StarNetwork S.r.l. - VAT ID 03079120659